Collegio Ipasvi di Roma Albo degli Infermieri    
Home  :  Calendario Ecm  :  Biblioteca  :  Collana Arcobaleno  :  ILISI  :  Infermiere Oggi  :  Newsletter  :  Qualità  :  Recapiti  :  Links  :  Media Gallery  
 Benvenuto nel Collegio Ipasvi di Roma
 mercoledì, 17 settembre 2014 @ 03:28
La Posta Elettronica Certificata firmata IPASVI ROMA

Non hai ancora attivato una casella di posta elettronica certificata? La legge la impone a tutti i professionisti.
Il Collegio IPASVI di Roma la regala a tutti i suoi iscritti. - Richiedila subito -.


Anche il Pertini istituisce una Degenza Infermieristica

  Visualizza la versione stampabile 
EventiUN PASSO NELLA DIREZIONE GIUSTA, NONOSTANTE CERTI MAL DI PANCIA

Anche l'Ospedale Pertini di Roma si accinge ad avviare la sua prima Unità di Degenza a Gestione Infermieristica. La decisione della ASL RMB segue il recente esordio di Unità simili al Policlinico Umberto I e all’Ospedale Nuovo Regina Margherita, un nuovo passo nella giusta direzione.
Il Collegio IPASVI di Roma sostiene con forza una riorganizzazione dei servizi che riconosca agli infermieri un ruolo centrale, autonomo ed esclusivo, come nel caso delle Unità a Degenza Infermieristica. Le positive esperienze maturate in Italia e nel mondo dimostrano come questo modello assicuri maggiore qualità dell’assistenza e risultati clinici migliori, secondo i principi della centralità del malato, della continuità e dell’umanizzazione delle cure, dell’integrazione professionale.
Una trasformazione di cui la Regione e le Aziende Sanitarie e Ospedaliere del Lazio sembrano finalmente aver compreso l’importanza per superare l’attuale crisi del Servizio Sanitario Regionale, puntando sul miglioramento dell’assistenza ai cittadini e sulle abilità specifiche dei professionisti competenti.
“Una bella notizia - la definisce il presidente del Collegio IPASVI di Roma, Gennaro Rocco - che raccoglie le nostre istanze di cambiamento. Auspichiamo ora che l’attivazione delle nuove Unità di Degenza Infermieristica previste anche in altri distretti sanitari della regione, si concretizzi con l’arruolamento di nuovi infermieri per garantirne il pieno funzionamento. Nel contempo invitiamo certe sigle sindacali mediche a smetterla di demonizzare questi nuovi servizi mortificando la professionalità raggiunta dagli infermieri solo per proteggere, in una logica tutta corporativa, anacronistiche posizioni di potere. Le stesse - conclude il dottor Rocco - che in Italia hanno prodotto un rapporto numerico fra medici e assistiti tra i più elevati dei Paesi OCSE, mentre mancano all’appello nelle nostre strutture sanitarie, oltre 70mila infermieri”.
 

Responsabilità - Relazione - Formazione del 26 settembre 2014

  Visualizza la versione stampabile 
Centro di eccellenza Ipasvi Roma
DESTINATARI: Infermieri ed Infermieri Pediatrici iscritti al Collegio Ipasvi di Roma

POSTI DISPONIBILI: 60 (sessanta)

ULTIMI POSTI

SEDE: Aula Magna - Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini

COSTO: Gratuito

CREDITI ECM: 6 (sei)

ISCRIZIONI: esclusivamente via email all'indirizzo: segreteriaecm@ipasvi.roma.it

 continua -> (91 parole)
 

La Dirigenza Infermieristica nel Lazio: quali prospettive

  Visualizza la versione stampabile 
EventiLa Dirigenza Infermieristica nel Lazio: quali prospettive

data: 4 ottobre 2014

Luogo: Policlinico Umberto I° - Aula I° Clinica Medica

Patrocinio: Collegio IPASVI di Roma

Collaborazione Scientifica: Collegio IPASVI di Roma

ECM: 5 (cinque ) Crediti Formativi

ULTIMI POSTI

Iscrizione OBBLIGATORIA a: segreteriaecm@ipasvi.roma.it

Posti disponibili: 100 ( cento ) continua -> (541 parole)
 

AUGURI A TUTTI NOI INFERMIERI!

  Visualizza la versione stampabile 
Dai CollegiVent’anni fa il Profilo Professionale che ci ha cambiati

Tanti auguri alla nuova Professione Infermieristica

Il Profilo Professionale dell’Infermiere fu emanato il 14 settembre 1994 (DM n. 739/94), una data storica per la nostra professione, un traguardo raggiunto dopo anni di dura lotta culminata con 50 mila infermieri in piazza guidati dall’IPASVI. Un atto che ci assegna una formazione di alto livello e competenze esclusive nell’assistenza. Grazie al nostro Profilo siamo oggi professionisti completi e autonomi, capaci di identificare, pianificare e gestire i bisogni assistenziali dei cittadini. Una conquista che, con la forza dell’unità professionale, ci ha fatto crescere molto e ci proietta verso altri importanti traguardi.

Auguri a tutti noi infermieri!

 
 

L'infermiere e la ricerca bibliografica nel mondo dell'informazione digitale del giorno 17 settembre 2014

  Visualizza la versione stampabile 
Centro di eccellenza Ipasvi RomaL’INFERMIERE E LA RICERCA BIBLIOGRAFICA NEL MONDO DELL’INFORMAZIONE DIGITALE

Roma 17 settembre 2014

Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata

Crediti ECM 7 per Infermieri - Infermieri Pediatrici

GRATUITO

Per Iscrizioni ECLUSIVAMENTE a: segreteriaecm@ipasvi.roma.it
POSTI DISPONIBILI TERMINATI CHIUSE ISCRIZIONI

Posti disponibili 30 ( trenta )  continua -> (177 parole)
 

SCAMBIO DI EMBRIONI AL PERTINI: NESSUNA INFERMIERA COINVOLTA!!

  Visualizza la versione stampabile 
Dal MondoScambio di embrioni al Pertini: nessuna infermiera coinvolta

C’è ancora troppa superficialità e imprecisione da parte dei media. Lo conferma il clamoroso abbaglio preso dal TG1 della Rai che nell’edizione delle 13.30 del 3 settembre 2014 ha diffuso una notizia destituita di ogni fondamento, affermando che fosse un’infermiera la responsabile dello scambio di embrioni che ha segnato drammaticamente la nota vicenda accaduta all’Ospedale Pertini di Roma. Immediata la reazione del Collegio che ha stigmatizzato duramente il marchiano errore e ne chiesto la rettifica immediata con la nota che segue indirizzata al direttore del TG1 Mario Orfeo, al vice direttore Fabrizio Ferragni e alla segreteria di redazione.


SCAMBIO DI EMBRIONI AL PERTINI DI ROMA: RICHIESTA DI RETTIFICA IMMEDIATA

In relazione al servizio sullo scambio di embrioni all’Ospedale di Pertini di Roma trasmesso dal TG1 nell’edizione delle 13.30 del 3 settembre 2014, segnalo con grande disappunto l’errore compiuto nell’indicare un’infermiera quale responsabile dello scambio di provette.
Il servizio di Valentina Bisti parla infatti di “un terribile errore che il 6 dicembre 2013 disorientò due famiglie: la scoperta che all’Ospedale Pertini di Roma un’infermiera aveva scambiato gli embrioni delle due coppie”.
Al contrario, non risulta a questo Collegio alcun tipo di coinvolgimento del personale infermieristico nella nota vicenda né che questo partecipi attivamente al processo di raccolta, manipolazione e conservazione degli embrioni, procedure affidate ad altre figure professionali sanitarie.
Si chiede pertanto l’immediata rettifica della notizia per il dovuto rispetto della verità e per non cagionare documento all’immagine professionale degli infermieri che con grande impegno e spirito di sacrificio continuano a garantire la tenuta del nostro sistema sanitario.

Confidando in un rapido ed esaustivo intervento, invio i più cordiali saluti.


Il Presidente
 
 

Indagine on line sull'infermiere di famiglia

  Visualizza la versione stampabile 
Centro di eccellenza Ipasvi RomaIniziativa promossa dal Ministero della Salute in collaborazione con il Centro di Eccellenza per la Ricerca e la Cultura Infermieristica.

Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Centro di Eccellenza per la Ricerca e la Cultura
Infermieristica e con il Collegio Ipasvi di Roma ha promosso un’indagine on line riguardo il ruolo dell’infermiere di famiglia. Comprendere cosa succede sul territorio nazionale in merito allo sviluppo/istituzione di questa figura è fondamentale per l’infermieristica italiana.

Possono compilare il questionario infermieri che operano a livello di cure territoriali e/o primarie. Inoltre, possono compilare il questionario tutti gli infermieri che hanno conseguito, o stanno conseguendo, un master in infermieristica di famiglia, sanità pubblica o assimilabili.

L’obiettivo dei ricercatori è conoscere l’opinione degli infermieri che operano in questi ambiti.

Il questionario è anonimo e i dati saranno analizzati in forma aggregata.

Per partecipare all’indagine:

https://it.surveymonkey.com/s/infermiere_di_famiglia_ipasvi_provinciali

 
 

Standard degli ospedali e personale: la commissione lgiene e Sanità del Senato sollecita il ministro Lorenzin

  Visualizza la versione stampabile 
Dai CollegiComunicato stampa Federazione IPASVI:

lnfermieri "gestori" degli ospedali di comunità, anello di congiunzione tra ospedale e territorio e garanzia della continuità assistenziale per i pazienti e dell'assistenza nelle zone disagiate perchè non esistano più situazioni limite per la salute.

lnfermieri nelle stroke unit (le unita operative che si occupano dell'ictus), nelle centrali operative del 118, nelle unità di dialisi, come componente essenziale sia dal punto di vista assistenziale che organizzativo e per l'educazione ai pazienti.

 continua -> (443 parole)
 

DIRIGENZE E DIPARTIMENTI DELLE PROFESSIONI SANITARIE TORNANO NEL MIRINO

  Visualizza la versione stampabile 
Dai CollegiComunicato stampa:

IL COLLEGIO DEGLI INFERMIERI REPLICA ALLE CRITICHE DELL’ANAAO ASSOMED:
BASTA DIFESE CORPORATIVE, PENSIAMO A RILANCIARE IL SERVIZIO SANITARIO

In riferimento alle polemiche innescate dalle dichiarazioni pubbliche del Segretario Regionale del sindacato medico ANAAO Assomed del Lazio sull’istituzione delle Dirigenze e dei Dipartimenti delle Professioni Sanitarie (OMNIROMA - 27/8/2014), la comunità infermieristica romana s’interroga ancora una volta sull’utilità e gli effetti di quella che appare una difesa corporativa, lontana dai nuovi e indispensabili obiettivi di riorganizzazione imposti al Servizio Sanitario Regionale dal suo drammatico stato di crisi.
L’istituzione delle Dirigenze e dei Dipartimenti delle Professioni Sanitarie annunciate dal Presidente della Regione Lazio Zingaretti recepisce una legge rimasta lettera morta per 14 anni nel Lazio e che riconosce finalmente alle Professioni Sanitarie pari dignità rispetto a quelle Mediche e affida loro, in autonomia, compiti organizzativi e gestionali capaci di realizzare il nuovo modello di assistenza di cui la nostra sanità ha bisogno. Un passo indispensabile per superare l’attuale crisi di sostenibilità del SSR e il depauperamento dei servizi.
“Non è più il tempo delle battaglie di categoria e delle rendite di posizione - afferma il Presidente del Collegio IPASVI di Roma, Gennaro Rocco - Riformare il SSR significa investire nel cambiamento profondo di un sistema afflitto oggi da troppe criticità, che mette a rischio la sicurezza dei cittadini e degli stessi operatori sanitari. L’emergenza impone a tutti grande senso di responsabilità per salvare l’unico sistema sanitario pubblico che abbiamo e rimetterlo in carreggiata. Dunque, bando alle difese corporative e ciascuna Professione faccia la sua parte”.
 
 

Avviso a tutti gli utenti per l'accesso ai servizi on-line di Biblioteca e Certificati

  Visualizza la versione stampabile 
Centro di eccellenza Ipasvi RomaATTENZIONE!

Per motivi di sicurezza, le password impostate prima del 19/06/2014 non sono più valide. Si fa richiesta a tutti gli iscritti di entrare nel link "http://www.ipasvi.roma.it/ita/staticpages/index.php?page=biblioteca_digitale " per eseguire la procedura.(Non è necessario richiedere un nuovo PIN, se in possesso del vecchio).

Si informa inoltre che richiedendo un nuovo PIN verrà invalidato con effetto immediato il PIN precedente, quindi il nuovo PIN verrà inviato tramite lettera prioritaria. 
 
 Copyright © 2014 Collegio Ipasvi di Roma
 Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.
Powered By Geeklog 
Pagina creata in 0,17 secondi